Genitori morti sul lavoro, la Regione pagherà ai figli scuola e università

Genitori morti sul lavoro, la Regione pagherà ai figli scuola e università

La Giunta regionale della Campania ha approvato il Regolamento di istituzione del fondo regionale per il sostegno socio-educativo, scolastico e formativo dei figli delle vittime di incidenti mortali sul lavoro, in ottemperanza a quanto previsto dalla legge regionale approvata lo scorso 9 novembre.

Il fondo è istituito in favore dei figli di genitori deceduti a seguito d’incidente sul lavoro, residenti in Campania al momento dell’evento, anche nei casi in cui la vittima risulti sprovvista della copertura assicurativa obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro, e dà diritto al rimborso di tutte le spese per l’iscrizione e la frequenza a servizi socio-educativi per la prima infanzia, scuole d’ogni ordine e grado, pubbliche, parificate e private legalmente riconosciute, comprese università e corsi di formazione professionale. Già a partire dall’anno in corso è previsto uno stanziamento di 100mila euro.

“In Campania il numero di incidenti sul lavoro è ancora purtroppo elevato, molti dei quali con esiti fatali – commenta Fortini – con questo provvedimento la Giunta di Vincenzo De Luca intende manifestare solidarietà e sostegno alle famiglie di coloro che sono deceduti nello svolgere la loro attività lavorativa”.