Frattamaggiore, il Comune apre lo sportello antiracket grazie all’indennità del sindaco

Frattamaggiore, il Comune apre lo sportello antiracket grazie all’indennità del sindaco

Frattamaggiore. Lunedì  18 Aprile, il Comune di Frattamaggiore sottoscriverà un protocollo d’intesa con l’Associazione “SOS IMPRESA – RETE PER LA LEGALITÀ” che prevede la creazione di uno Sportello Antiracket, attraverso la realizzazione di un Circolo della Legalità, un luogo di incontro sistematico tra Istituzioni, Enti Locali, Forze dell’Ordine, Parti Sociali,  sindacali e datoriali, enti ed associazioni sportive, organizzazioni laiche e religiose, movimenti e comitati civici, parrocchie, scuole e singoli cittadini, affinché costruiscano una rete permanente di presidio antimafia. Lo sportello antiracket fa parte del programma elettorale del Sindaco Marco Antonio Del Prete, un programma che l’Amministrazione sta seguendo nel rispetto dei propri elettori e dell’intera cittadinanza frattese.

Nel territorio del Comune di Frattamaggiore infatti, come in tutti quelli del napoletano (e non solo), è necessario mantenere  una azione di contrasto alla criminalità organizzata ancora più incisiva ed è altrettanto rilevante l’esigenza di rafforzare gli impegni civili di  prevenzione e lotta a tale fenomeno in tutti i suoi aspetti. Per questo motivo gli obiettivi che perseguirà il Circolo della Legalità sono molteplici: aiutare le imprese ed i cittadini a prevenire e contrastare i fenomeni criminali dell’usura e del racket; fornire informazioni sulla rete di prevenzione e aiuto estesa sul territorio di riferimento; incentivare un valido ed efficace rapporto di collaborazione con le forze dell’ordine; incentivare e sostenere azioni di prevenzione e contrasto dei fenomeni dell’usura e del racket; accompagnare le vittime alla denuncia; costituirsi parte civile nei processi per estorsione ed usura; promuovere iniziative culturali tese a diffondere i temi della legalità democratica nelle scuole e nei luoghi di cultura; promuovere iniziative tese a rinsaldare il patto sociale tra cittadini ed istituzioni per un fronte civile antimafia.

Un particolare non di poco conto, di cui è doveroso dare notizia, è che determinate attività di questo Sportello saranno rese possibili grazie alle risorse derivate dal taglio del 50% dello stipendio del Sindaco, che ha così dimostrato di tenere molto in considerazione questa iniziativa. Un’iniziativa che fa eco alle misure di lotta alla criminalità già assunte dal primo cittadino frattese insieme all’Associazione antimafia Libera, che sono valse a Del Prete il titolo di “Sindaco della Legalità” così come è stato affermato da alcune testate giornalistiche.

“Il Circolo della Legalità – sostiene Marco Antonio Del Prete – sarà un valido aiuto per sostenere gli imprenditori e contribuirà a combattere la criminalità nei nostri territori. È una battaglia seria e concreta che la nostra Amministrazione ha deciso di assumere. Sono consapevole che non sarà facile ma resto altrettanto convinto dell’idea che grazie alla collaborazione dei frattesi onesti, i quali  sono la stragrande maggioranza, riusciremo a spuntarla. A Frattamaggiore nessuno deve sentirsi solo nella denuncia dell’illegalità”.