Calamità naturali: cosa fare in caso di rischio? Un convegno a via Manzoni a Napoli

Calamità naturali: cosa fare in caso di rischio? Un convegno a via Manzoni a Napoli

Cosa fare in caso di calamità naturale? Come comportarsi per gestire e superare la fase di rischio?
La risposta a queste domande è contenuta nei piani di emergenza di cui ogni Comune è stato chiamato a dotarsi. Tuttavia, come storia dimostra, quasi sempre la popolazione si trova impreparata di fronte al pericolo con conseguenze disastrose ma spesso, evitabili.

Per questo motivo nasce in Campania il primo sistema di comunicazione digitale che informa la popolazione su come gestire situazioni di grave difficoltà.

A idearlo e presentarlo alla stampa, la Technology Advsing, una società di comunicazione digitale che opera a servizio della pubblica amministrazione,

Martedì 27, presso villa Diamante in via Manzoni a Napoli, la presentazione di “Dgitalert i know”, il primo sistema informativo grazie al quale ogni cittadino sarà informato in tempo reale su ciò che accade e su quanto deve fare.

Nel corso dell’incontro con delegati della pubblica amministrazione, sarà effettuata una simulazione di una situazione di rischio e relativo sistema di allerta della popolazione che, attraverso dei totem, sarà meticolosamente istruita su come sfuggire al pericolo.

Il sistema prevede che ogni Ente locale si doti di totem touch screen ai quali, in ogni momento, i singoli cittadini potranno collegarsi raccogliendo informazioni sul piano di protezione civile approntato per il Comune di suo interesse. Inoltre, tramite un codice QR, il singolo utente potrà scaricare sul proprio telefono cellulare, tutte le notizie necessarie in caso di rischio o addirittura segnalare a sua volta disagi o situazioni di allerta.

In Campania, il 39% dei comuni ha redatto il proprio piano di emergenza ma non ha ancora trasmesso tale piano alla Protezione civile. Una percentuale più bassa rispetto alla maggioranza delle regioni italiane.

“Proprio per questo – afferma Francesco Mistretta, ideatore del sofisticato sistema di allerta – presenteremo a Napoli prima che altrove il nostro prodotto. La Campania è un territorio a rischio. Terremoti, alluvioni, frane, eruzioni vulcaniche, purtroppo sono evenienze concrete. Istruire la popolazione su come comportarsi in caso di calamità, è un dovere per scongiurare disastri come quelli avvenuti negli ultimi tempi con i terremoti del centro Italia, o anche in tempi passati”.

Alla presentazione di Digitalert I Know, saranno presenti delegati di Regione, Comuni, Protezione Civile, Asl, Autorità Portuale e Consolati.