Bimbo di un anno mangia hashish nel Napoletano, ricoverato d’urgenza al Santobono

Bimbo di un anno mangia hashish nel Napoletano, ricoverato d’urgenza al Santobono

Mangia un pezzo di hashish a 18 mesi. Un bimbo è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Santobono di Napoli e si trova ora in prognosi riservata.

Sul caso indaga la polizia del commissariato di Torre del Greco ed i genitori sono stati denunciati. Anche lo zio (fratello del padre), che vive nella stessa casa e sarebbe il proprietario dello stupefacente, è stato denunciato per lesioni colpose. L’uomo è pregiudicato per reati connessi alla droga come il padre del piccolo. Non è ancora chiaro come il bambino, ieri pomeriggio, abbia potuto ingerire la droga nella sua abitazione in via Luise, nella cittadina vesuviana.

Subito la corsa in ospedale. Nelle ultime ore le condizioni sarebbero migliorate. Adesso padre e madre dovranno chiarire la dinamica. Secondo quanto emerso dalle indagini, il ‘fumo’ era stato lasciato incustodito. Il piccolo l’ha trovato e l’ha ingerito pensando che si trattasse di un dolcetto.