Nozzolino aggredito a Pompei, accerchiato da venti ragazzini in scooter

Nozzolino aggredito a Pompei, accerchiato da venti ragazzini in scooter

Non si placa l’ondata omofoba contro Francesco Nozzolino. Dopo l’aggressione a Sarno a colpi di bombolette spray, il noto personaggio di “Avanti un altro”, programma in onda sulla reti Mediaset, è stato di nuovo vittima di un branco di ragazzini. Scenario delle offese, questa volta, la cittadina di Pompei.

«Una ventina di ragazzi in scooter mi hanno urlato epiteti omofobi mentre ero a Pompei, naturalmente non sto qui a riportarvi le parole – racconta in prima persona – Sono adirato. Mi chiedo in che mondo viviamo che non si ha più neanche la libertà di passeggiare con serenità, alla mercé di un branco di dieci-dodicenni che, forse, non sa neppure dove sia di casa l’educazione e la legalità».

Nozzolino ha fatto parlare di sé anche pochi giorni fa dopo che Nina Moric ha pubblicato una foto (poi rimossa) che ritrae il ragazzone di Sarno in una campagna contro il razzismo. “Post muto”, è stata la frase con cui la showgirl ha accompagnato l’immagine. Muto perché le diverte lo scatto di Nozzolino senza veli con le scritte sul corpo “No al Razzismo” o perché approva l’iniziativa che il comico ebbe nel 2017? Difficile capirlo. Intanto sulla Moric è piovuta una pioggia di critiche e di commenti negativi.