Preoccupa la variante Omicron in Campania e soprattutto a Caserta, tanto che il sindaco del capoluogo di provincia, Carlo Marino, ha disposto la chiusura di tre plessi dell’istituto comprensivo statale Giannone-De Amicis. 

Variante Omicron, altri cinque positivi a Caserta: sindaco chiude tre plessi della scuola

Si tratta della scuola frequentata dal figlio del manager casertano risultato positivo alla nuova variante del Covid-19. Finora le persone contagiate sono il professionista, i due figli e la moglie, per la madre e la suocera del paziente zero non è stato invece possibile procedere al sequenziamento per la bassa carica virale. A queste si aggiungono altre tre positività: tre alunni della scuola, un docente e anche la badante che presta servizio presso la famiglia.

Marino, intervenuto al Tgr Campania, ha spiegato che la decisione è stata adottata dopo aver consultato il dipartimento di prevenzione della Asl di Caserta e sentito il dirigente scolastico. Per tanto nelle prossime ore si procederà, come da prassi, a sanificare gli ambienti e i corridoi.

De Luca: “Rivedo il film di due anni fa. In Campania mascherine obbligatorie”

“La variante Omicron è pienamente diffusa, rivedo il film di due anni fa quando trovammo il primo paziente positivo in un Comune del Cilento e sembrava fosse un caso isolato”, ha detto De Luca rispondendo ai giornalisti.

Il governatore ha commentato anche il dibattito sul ritorno dell’obbligo dell’uso della mascherina anche all’aperto nel resto d’Italia, ricordando che in Campania l’obbligo è sempre rimasto in vigore.  “Noi non abbiamo aspettato il governo”, ha detto il presidente della Regione Campania lanciando “un appello ai sindaci e alle forze dell’ordine perché da subito, già da questa sera, le pattuglie vadano per strada per fare un lavoro dissuasivo, per richiamare i giovani che non hanno la mascherina, e poi dal fine settimana per cominciare a fare le multe. In Campania è obbligatorio l’uso della mascherina anche all’esterno, da noi è stato sempre in vigore, dobbiamo solo muoverci, forze dell’ordine, polizie municipali e Comuni, e poi dobbiamo completare la campagna di vaccinazione, senza perdere un minuto di tempo”.

Vaccino per i bambini: “E’ indispensabile”

Per il presidente campano è necessario somministrare il vaccino anche ai bambini. “Per quello che mi riguarda – sottolinea Luca – è indispensabile avviare la campagna di vaccinazione anche per i bambini da 5 a 11 anni. Sappiamo che è un tema delicato ma mai come in questo caso dobbiamo affidarci alle valutazioni dei pediatri, dei ricercatori e della scienza. La vaccinazione per i bambini è indispensabile per tenerli a scuola, per evitare di tenerli chiusi in casa, per evitare danni psicologici e formativi che cominciano ad avere i nostri bambini. Dobbiamo davvero dare prova di senso di responsabilità e di razionalità”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it