Pronto il piano italiano di aiuti economici a sostegno dei profughi ucraini scappati dalla guerra. Numeri alla mano, sono al momento quasi 72mila i cittadini stranieri in fuga dal conflitto e potrebbero diventarne molti di più col tempo.

Piano aiuti per i profughi ucraini in Italia: 30 euro al giorno

Al momento, in attesa delle decisioni UE, sono 428 i milioni stanziati dal governo Draghi per sostenere i bisogni della popolazione ucraina in Italia. Secondo quanto rivela Repubblica, l’Esecutivo si prepara a donare un contributo da 25/30 euro al giorno a ogni famiglia italiana – sono circa 60mila – che hanno aperto le porte di casa per ospitare profughi. La somma va moltiplicata per il numero di persone accolte tra le proprie mura domestiche.

Assegno mensile

Si prevede inoltre un assegno mensile da 500 o 600 euro al mese per 3 mesi per i profughi ucraini che riusciranno invece a trovare una sistemazione in modo indipendente. Di questo fondo beneficeranno anche i centri di accoglienza, che avranno 10 euro al giorno a persona. I comuni invece dovrebbero ricevere un contributo una tantum di 50 euro a profugo. A firmare l’ordinanza che darà il via libera alle risorse è il capo del dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.

Discorso a parte per i minori non accompagnati. Sono circa 277. Per la gestione di questa categoria opera il prefetto Francesca Ferrandino. Due terzi si trovano in famiglie autorizzate dal Tribunale per i minorenni, mentre un terzo è ospitato all’interno di strutture.

continua a leggere su Teleclubitalia.it