mondadori a giugliano

Nella terza città della Campania finalmente torna a riaprire i battenti una libreria in pieno centro. In Via Aniello Palumbo a breve inaugurerà un book store della Mondadori. Un evento significativo, non solo dal punto di vista commerciale, ma anzitutto culturale, a distanza di anni dalla chiusura della Edicolé Mondadori di via Mario Pirozzi.

Torna la Mondadori a Giugliano: apre book store in pieno centro

Le prime immagini arrivano dalla pagina aperta su Facebook dagli stessi gestori che hanno deciso di intraprendere questa avventura nel cuore di Giugliano. Si vede il negozio in fase di allestimento, gli operai a lavoro, l’insegna luminosa della Mondadori che tutti sono abituati a riconoscere nei grandi e medi centri urbani, ma meno nella città della mela annurca, da sempre in ritardo sul fronte dei luoghi di aggregazione culturale.

L’apertura del book store segna adesso una promettente inversione di tendenza. Giugliano, in realtà, non è priva di librerie: sempre in via Aniello Palumbo c’è “Da Claudio”, molto attiva sul fronte delle iniziative culturali, cartoleria ed edicola specializzata anche nella vendita di libri. Poi c’è “Il Mattoncino”, al corso Campano, che offre per lo più letteratura per ragazzi. E ancora “La libreria”, in via Ripuaria, a Varcaturo, e infine il punto vendita “Giunti” al centro commerciale “Grande Sud”.

Una scommessa

Vero, però, che nelle strade del centro una libreria che si occupasse soltanto di libri – e che non fosse anche altro – mancava da tempo. L’ultima, l’Edicolè, un franchising della catena Mondadori, ha avuto vita breve. Pochi anni fa chiuse i battenti per lasciare spazio a un negozio di abiti e prodotti cinesi. Pochi clienti, pochi lettori. Ora l’apertura del nuovo book store dà una boccata d’ossigeno a un settore, quello della cultura, che in una città di 120mila abitanti ha sempre faticato a decollare. Una scommessa, per alcuni già perdente in partenza. Per altri, invece, un segnale di tenacia e un’opportunità per incontri, eventi, presentazioni e momenti di crescita collettiva.

continua a leggere su Teleclubitalia.it