Sono partite le analisi dei cellulari sequestrati agli otto ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni indagati per abusi sessuali ai danni di due cuginette di Caivano. Stamattina è stato conferito l’incarico al consulente della Procura dei Minorenni di Napoli che si occuperà di procedere alal copia forense dei dati contenuti nei dispositivi.

Stupri a Caivano, al via le analisi sui cellulari degli indagati: si cercano chat e video

Si tratta del perito Lorenzo Laurato che consegnerà il risultato del suo lavoro entro trenta giorni, salvo proroghe. Stesso incarico conferito, stavolta dalla Procura di Napoli Nord anche all’ingegnere Carmine Testa che dovrà invece analizzare i telefoni dei due maggiorenni di 18 e 19 anni, anche loro indagati per le violenze di Caivano.

Gli inquirenti cercano soprattutto le chat ed eventuali immagini per ricostruire i rapporti tra gli indagati e le due cbambine. L’obiettivo è recuperare conversazioni ed eventuali video scambiati all’interno del gruppo, ricostruire i rapporti tra loro e le due cuginette, ma anche appurare se le immagini delle violenze siano state diffuse su determinati canali social.

Leggi anche

Caivano, bimbe violentate: mamma della vittima minacciata e fratello derubato

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp
Banner tv77 Finearticolo