luna rossa

Una meravigliosa luna rossa splende e illumina il cielo dell’area a nord di Napoli. Numerose le foto scattate da utenti e postate sui social –questa sera, mercoledì 8 aprile. In questi giorni così difficili, non possiamo godere delle bellezze della città. Ma dai nostri balconi, questo sì, possiamo ammirare uno spettacolo che ha davvero pochi eguali. Si tratta comunque di un fenomeno particolare. E’ la terza Superluna Luna rossa del 2020 mercoledì 8 aprile e sarà la più bella dell’anno.

 Il motivo

L’orbita lunare è ellittica e la distanza dalla Terra varia da un minimo di 356mila km ad un massimo di 406mila km. Una Superluna si ha quando si realizza una situazione di Luna piena nel momento in cui il nostro satellite si trova ad una distanza minima dalla Terra ma è molto difficile che la fase di luna piena coincida perfettamente con la distanza minima possibile di 356mila km, molti di più sono i casi intermedi.

Luna rossa, che cos’è

La cosiddetta luna rossa, in astronomia, è un fenomeno ottico per cui la Luna, anziché apparire nel cielo terrestre con il suo colore naturale, ovvero grigio-chiaro, appare di un colore ramato, che può variare tra il giallo-bruno e il rosso-mattone. Il fenomeno è causato dalla diffusione di Rayleigh della luce solare da parte dell’atmosfera terrestre e la sua percezione è amplificata dalla rifrazione atmosferica. Si verifica al sorgere o al tramontare della Luna e durante le sue eclissi.

Esattamente lo stesso fenomeno si verifica per pochi minuti quando sorge o tramonta la Luna. In questo caso la luce solare riflessa dalla luna subisce la diffusione di Rayleigh e al nostro occhio perviene soltanto la parte di luce visibile con lunghezza d’onda maggiore, che corrisponde a gradazioni di colore dello spettro visibile della luce che possono andare dal giallo-bruno, all’arancione, a volte anche al rosso.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it