Si profila il processo bis per i 29 condannati dal tribunale di Napoli Nord nell’ambito del processo – svoltosi con rito abbreviato – sullo spaccio tra Marcianise e l’Agro Atellano. La prima udienza del procedimento di secondo grado presso la Corte di Appello di Napoli è stata fissata per l’inizio di novembre.

Spaccio tra Atellano e Marcianise: 29 a processo, di cui 10 donne

I ricorsi sono stati presentati dagli avvocati dopo le condanne di primo grado dello scorso marzo. Nel primo verdetto sono stati inflitti:

4 anni e 4 mesi per Elisabetta Andreozzi, 26 anni di Aversa;
7 anni e 6 mesi per Carmela Barbato, 24 anni di Aversa;
8 anni e 2 mesi per Enza Bencivenga, 45enne di Cesa;
5 anni per Paolo Bencivenga, 23 anni di Orta di Atella;
2 anni e 1 mese per Pasquale Cecere, 26enne di Grumo Nevano;
7 anni e 5 mesi per Andrea Chiacchio, 36enne di Orta di Atella;
4 anni e 10 mesi per Marco Corona Caiazzo, 38enne di Afragola;
8 anni e 2 mesi per Salvatore Costanzo, 26enne di Frattamaggiore;
8 anni e 6 mesi per Gennaro Di Maio, 34enne di Succivo;
9 anni e 6 mesi per Armando Ferriero, 38enne di Cesa;
14 anni e 4 mesi per Eugenio Indaco, 32enne di Succivo;
8 anni per Benito Iuliano, 28enne di Orta di Atella;
7 anni e 9 mesi per Francesca Iuliano, 49enne di Orta di Atella;
4 anni e 1 per Nunzia Laurenza, 46enne di Marcianise;
2 anni e 2 mesi per Anna Marino, 28 anni di Aversa;
11 anni e 6 mesi per Cristina Marino, 33enne di Succivo;
9 anni e 6 mesi per Angelina Milone, 47enne di Cesa;
7 anni e 8 mesi per Anna Milone, 27enne di Orta di Atella;
11 anni e 5 mesi per Antonio Milone, 26enne di Orta di Atella;
8 anni per Giovanni Milone, 45enne di Orta di Atella;
3 anni e 8 mesi per Massimiliano Milone, 43enne di Orta di Atella;
11 anni per Michele Milone, 48enne di Orta di Atella;
11 anni e 2 mesi per Nicola Milone, di Orta di Atella;
9 anni per Salvatore Natale, 29enne di Sant’Arpino;
4 anni e 8 mesi per Palma Ricci, 36enne di Afragola;
8 anni e 2 mesi per Raffaele Rossetti, 45enne di Marcianise;
8 anni e 3 mesi per Fabio Russo, 29enne di Capua;
3 anni per Vincenzo Salernitano, 54enne di Gricignano d’Aversa;
7 anni e 5 mesi per Salvatore Vozza, 31enne di Orta di Atella.

Leggi anche: Tiziana Cantone, manomessi i suoi dispositivi elettronici: “iPad e iPhone furono svuotati”

L’indagine

Il procedimento scaturisce da una più ampia attività investigativa svolta, dal mese di settembre 2017 al mese di luglio 2018, dai Carabinieri del N.O.R. Sezione Operativa – della Compagnia Carabinieri di Marcianise in collaborazione con i colleghi della Stazione Carabinieri di Orta di Atella con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, sviluppata attraverso attività tecniche, intercettazioni telefoniche ed ambientali, servizi di osservazione controllo e pedinamento, sequestri di riscontro, che hanno permesso di individuare e documentare le condotte di un gruppo criminale i cui componenti, destinatari dei provvedimenti cautelari, associandosi tra loro, gestivano una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti nei territori dei comuni casertani di Marcianise, Orta di Atella, Gricignano di Aversa, Sant’Arpino, Succivo e Cesa.

L’attività investigativa, ha consentito: di individuare i componenti del sodalizio criminale, operante nell’area marcianisana ed atellana dedita al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana; di documentare numerosi episodi di cessione di sostanze stupefacente nelle medesime aree oggettivamente riscontrati attraverso 12 arresti in flagranza e 11 denunce in stato di libertà; di sequestrare, nel corso dell’attività d’indagine ingente quantitativo di sostanze stupefacenti per un totale rispettivamente di kg. 1,6 del tipo cocaina, gr. 250 del tipo marijuana e gr. 540 del tipo hashish e  di accertare l’ingente giro di affari del gruppo, quantificabile in circa 400.000,00 (quattrocentomila) euro, quale provento della illecita attività di spaccio nel periodo oggetto di indagine. Nel collegio difensivo gli avvocati Giuseppe Foglia, Andrea Piccolo, Mirella Baldascino e Pasquale Delisati.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it