I carabinieri della stazione di Casavatore e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli hanno svolto un servizio nel comune di Casavatore per la salvaguardia del territorio e la tutela del lavoro. Nel corso dell’operazione, è stato denunciato l’amministratore di un autolavaggio per violazioni alla normativa sul lavoro. Sospesa un’attività, al cui interno su 6 impiegati, 4 erano “in nero” e, di questi, 2 sono stati segnalati per indebita percezione del reddito di cittadinanza. Sanzioni amministrative e penali: il totale ha superato i 40mila euro.

Blitz carabinieri Casavatore per la sicurezza sul lavoro

Il blitz ha condotto alla denuncia dell’amministratore di un autolavaggio per violazioni alla normativa sul lavoro, omessa formazione del personale dipendente e nomina del medico competente, mancanza di una sorveglianza sanitaria e dell’aggiornamento del documento di valutazione dei rischi. Nell’attività, è stato rilevato anche un sistema di videosorveglianza installato senza alcuna autorizzazione, con le camere puntate anche sui lavoratori dipendenti.

Controlli anche in un ristorante, dove tra i 6 impiegati 4 erano “in nero” e, di questi, 2 sono stati segnalati per indebita percezione del reddito di cittadinanza. L’attività è stata sospesa.

Il bilancio del servizio parla di sanzioni amministrative e penali che superano i 40mila euro. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it