rapina prostitute ischitella

Si è finto cliente ma in realtà lo scopo era solo quello di rapinare due prostitute. E così non solo le ha rapinate ma le ha anche aggredite. Il malvivente è stato però individuato e arrestato dai carabinieri.

Questa mattina i militari della Stazione di Villa Literno hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa degli arresti domiciliari, emessa del G.I.P. su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli Nord, nei confronti di una persona gravemente indiziata dei reati di rapina aggravata, lesioni personali e porto illegale in luogo pubblico di un’arma impropria.

Rapina prostitute a Ischitella

I militari dell’arma sono riusciti a ricostruire quanto accaduto lo scorso 17 maggio e a individuare il malfattore. Si tratta di un 30enne che quel giorno, nella zona di Ischitella, a Villa Literno, si è finto cliente per poi rapinare le due giovani meretrici, minacciandole con un taglierino. Una di loro è stata anche aggredita e scaraventata al suolo.

Le indagini svolte nell’immediatezza e sulla scorta delle denunce presentate dalle vittime, hanno consentito di identificare il 30enne che si trova ora agli arresti domiciliari.

continua a leggere su Teleclubitalia.it