Oggi, 4 dicembre 2021, si celebra Santa Barbara. Della vita di questa santa esistono varie agiografie, ma una cosa è certa: fu una martire cristiana.

La storia di Santa Barbara

Barbara è figlia di Dioscoro o Dioscuro, un uomo di religione pagana. In alcune agiografie, Dioscoro decide di rinchiuderla in una torre a causa della sua grande bellezza, per proteggerla dal mondo esterno e dai pretendenti.

Barbara va quindi a vedere i progetti per la costruzione della torre e, notando che sono presenti solo due finestre, una a nord e una a sud, ordina ai muratori di costruirne una terza, per richiamare la Trinità. Prima di entrare nella torre, inoltre, si immerge tre volte in una piscina adiacente, battezzandosi da sola.

In altre versioni, Barbara viene segregata come punizione per la sua disobbedienza.  Ad ogni modo, quando Dioscoro scopre la nuova fede della figlia tenta di ucciderla: Barbara riesce a sfuggirgli miracolosamente, trapassando le pareti della torre oppure volando su una montagna.

Riacciuffatala, suo padre la trascina davanti a un magistrato. La giovane rifiuta però di abiurare e viene quindi torturata più volte: viene avvolta da panni ruvidi irti di spine che le lacerano la carne, ma Cristo, apparendole di notte, cura le sue ferite.

I carnefici tentano quindi di ustionarla, ma le fiamme accese ai suoi fianchi si spengono subito. Le vengono poi tagliati i seni, viene colpita alla testa con un martello e poi fatta sfilare nuda per le strade. Alla fine il padre la conduce in cima a una montagna e la decapita, assieme ad un’altra giovane cristiana, Giuliana. Sceso a valle, Dioscoro viene incenerito da un fulmine o da un fuoco venuto dal cielo come punizione per l’omicidio.

Frasi di buon onomastico

Abbiamo selezionato una carrellata di frasi di buono onomastico in occasione di Santa Barbara, che potrai inviare su Whatsapp o Facebook a tutte le amiche, colleghe e parenti di nome Barbara.

  • Un nome, una garanzia! Auguro un buon onomastico ad una persona davvero speciale!
  • Sarebbe impossibile non ricordarsi di te in questo giorno! Felice onomastico!
  • Hai il più splendido dei nomi, ed oggi sono felice di poterti fare gli auguri!
  • Avevo pensato a una frase speciale ma poi ho capito che sono le frasi semplici ad essere le più speciali, se dette col cuore. Buon onomastico!
  • Mille pensieri affettuosi e auguri di cuore a te che sei una persona tanto speciale e unica!
  • Buon onomastico, a te che hai il più dolce dei nomi, e festeggi il più importante degli onomastici!
  • Il tuo nome è come tanti ma tu sei una persona come poche. Buon onomastico!
  • Gli antichi credevano che nel nome fosse racchiuso il nostro destino, spero che il tuo futuro sia meraviglioso. Auguri di buon onomastico!
  • Un bellissimo nome, meravigliosamente portato da una persona stupenda come te. Auguri di buon onomastico!
  • Tra le tante cose belle che hanno fatto i tuoi genitori per te, ricordati di ringraziarli per il bellissimo nome che porti!
  • Un grande bacio tutto per te, che hai un nome così speciale: ti auguro una giornata ricca di felicità! Buon onomastico!

Proverbi su Santa Barbara

Non molti sanno che esistono tanti proverbi e detti dialettali su Santa Barbara. Scopriamone alcuni:

  • ”Santa Barbara benedetta, liberaci dal fuoco e dalla saetta!”;
  • “La nostra vita è il fuoco, la nostra fede è Dio per Santa Barbara Martire!” (dalla Preghiera dei Vigili del Fuoco);
  • “Se a Santa Barbara piove assai, altri quaranta dì aspetterai!”;
  • “Santa Barbara, piedi al fuoco e guardala!”;
  • “Santa Barbara e San Simùn, Diu te salvi di saètt e di trun” (A Santa Barbara e a San Simone, Dio ti salvi dalle saette e dai tuoni);
  • “Sànta Bàrbara e san Simùun protegìm da la saéttà e dal trùun, santa Bàrbara benedéttà liberìm da la saéttei” (Santa Barbara e San Simone proteggetemi dalla saetta e dal tuono, S. Barbara benedetta liberatemi dalla saetta);
  • “Comme Barbarea accussì Natalea” (in riferimento alle condizioni meteorologiche a Santa Barbara, il 4 dicembre, che secondo la tradizione saranno le stesse del giorno di Natale);
  • “Santa Barbara benedeta liberème de sta saeta” (Veneto);
  • “Santa Barbara ntu munti stava, di lampi e di trona nun si scantava, si scantava dill’ira di Diu, Santa Barbara amuri miu” (siciliano);
  • “Santa Barbara, affacciate affacciate ca mo passane ddoje carrozze, una ‘e acqua e una ‘e viento. Santa Barbara fai, fa’ bon tiempo” (Amalfi);
  • “Si a Sande Barbere chiove assà, n’alte e quarande dì a da chendà” (Puglia);
  • Canto popolare proveniente dall’Umbria e intonato il 4 dicembre: “Quanno che Santa Barbera nasceva / allora la sua matre je moreva/ Lu patre non sapìa se che se fa/ e jò na torre l’andiede a portà A capu a capu de venticinqu’anni/ venne la nòva che Barbera era grande…”.
continua a leggere su Teleclubitalia.it