Il rifiuto da parte di un passeggero, su un volo della tratta Cagliari – Malpensa, di non indossare la mascherina, ha portato l’aereo a decollare 45 minuti dopo l’orario di partenza previsto.

Rifiuta di indossare la Ffp2 su aereo: volo EasyJet parte con 45 minuti di ritardo

È successo nel pomeriggio della scorsa domenica. Un viaggiatore era salito a bordo di un aereo EasyJet senza la mascherina FFP2 –  il cui uso è obbligatorio sui mezzi di trasporto – quando gli assistenti di volo lo hanno invitato ad indossare il dispositivo di sicurezza, questo si è rifiutato.

Il personale ha quindi richiesto l’intervento degli agenti di Polaria. Alla vista dei poliziotti della frontiera aerea, l’uomo si è calmato ed ha indossato la mascherina per coprire naso e bocca. Solo quando la situazione è tornata alla normalità l’aereo è riuscito a decollare, anche se con 45 minuti di ritardo.

Passeggero non indossa mascherina e aggredisce equipaggio

Un episodio analogo si è verificato a Dublino, in Irlanda, su un volo diretto per New York. Un passeggero irlandese è stato incriminato per “aggressione” e “intimidazione” nei confronti dell’equipaggio e rischia 20 anni di carcere.

I fatti risalgono al 7 gennaio scorso, quando l’uomo, un 29enne, invitato ad indossare la mascherina obbligatoria si è rifiutato ripetutamente per poi lanciare una lattina che ha colpito la testa di un passeggero, finendo con l’abbassarsi i pantaloni. L’uomo è stato liberato dietro cauzione in attesa del processo e in caso di condanna rischia fino a vent’anni di carcere.

continua a leggere su Teleclubitalia.it