Identificati e denunciati i due giovani che nella mattinata di giovedì hanno picchiato brutalmente un docente all’esterno dell’Istituto Comprensivo Siani a Villaricca: entrambi gli aggressori sono maggiorenni; uno dei due, individuato dai carabinieri di Villaricca, è il fratello di un 13enne che frequenta la terza media, rimproverato dal professore nei giorni scorsi.

Identificati e denunciati i due aggressori

I due aggressori, autori della spedizione punitiva contro un insegnante da poco in supplenza presso l’Istituto Comprensivo Siani, sono stati identificati e denunciati. Si tratta di due maggiorenni, rispettivamente di 19 e 20 anni. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’arma, non apparterrebbero ad ambienti criminali ma avrebbero agito per “dare una lezione” al docente, colpevole di aver rimproverato un 13enne che frequenta la terza media, fratello di uno dei due autori dell’episodio. Saranno denunciati per lesioni e minacce.

La spedizione punitiva

Il professore vittima del pestaggio è un 51enne residente a Napoli, in supplenza presso l’Istituto dal 4 novembre. Sin dai primi giorni in cui ha iniziato il proprio lavoro, aveva avuto dei problemi e screzi con diversi alunni della sua classe, così come ha raccontato ai militari dell’arma, che sin dall’inizio non hanno escluso la pista della vendetta.

Il docente era appena uscito dall’istituto insieme a colleghi e studenti e stava per andare via a bordo del suo scooter quando è stato brutalmente picchiato e ferito, riportando contusioni risultate guaribili in 20 giorni dai medici dell’ospedale San Giuliano di Giugliano.

Il flashmob

Un flashmob per dire no alla violenza è stato organizzato ieri mattina dalle studentesse e dagli studenti e dai docenti dell’istituto scolastico Giancarlo Siani di Villaricca per esprimere solidarietà al professore. Lunedì, alle 15:30, ci sarà un corteo per la legalità, che vedrà la presenza delle autorità locali e nazionali, con il sottosegretario della Pubblica Istruzione.

continua a leggere su Teleclubitalia.it