pozzuoli carabinieri sala slot

Un centro scommesse a tutti gli effetti, con videopoker e dispositivi per il cambio delle monete. Questa volta però non era stato inaugurato in strada per essere accessibile a tutti. Era in un seminterrato in Via Annecchino, lontano da occhi indiscreti ma non da quelli dei Carabinieri.

Durante un servizio di controllo del territorio, i militari della stazione di Pozzuoli hanno notato un curioso via vai lungo una strada generalmente a vocazione residenziale.

Quando hanno bussato al grosso portone in ferro non hanno però ricevuto risposta. All’interno luci accese e voci concitate, evidentemente preoccupate per il controllo.

Dopo una lunga trattativa, i 3 occupanti hanno aperto la porta. Nel locale, privo di qualsiasi autorizzazione, 8 videopoker senza matricola, ovviamente non connessi alla rete dell’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane. Il locale è stato sequestrato mentre i 3 uomini – tutti di Pozzuoli e già noti alle ffoo – sono stati denunciati per concorso in gioco d’azzardo e violazioni al testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza.

Arresto nel casertano

I Carabinieri scoprono in un appartamento privato marijuana e attrezzature per la coltivazione dello stupefacente. Arrestato quarantunenne.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Caserta, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per detenzione di sostanze stupefacenti, di D.V. F., cl. 1980, residente a San Nicola la Strada (CE), ma domiciliato a Caserta.

L’uomo a seguito di perquisizione veicolare è stato trovato in possesso di un barattolo contenente gr. 0,40 di marijuana. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire ulteriori gr. 40 della medesima sostanza stupefacente e una stanza adibita alla coltivazione delle piante di marijuana dotata di impianto di areazione e lampade.

Il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. L’arrestato è stato accompagnato ai domiciliari, a disposizione della competente autorità giudiziaria.

continua a leggere su Teleclubitalia.it