Svolta nell’omicidio di Lucio Sannino, pregiudicato 48enne vicino al clan Vollaro assassinato nel giugno del 2014 a Torre del Greco. Due persone sono state arrestate dalla Squadra Mobile e dal Commissariato di Portici-Ercolano: dovranno rispondere per omicidio, porto e detenzione di due pistole, aggravati dalla finalità di agevolare il clan Vollaro di Portici.

Portici, punito con la morte dal clan: arrestati i killer di un 48enne

Dalle indagini è emerso che Sannino, il quale gestiva una macelleria equina, sarebbe stato stato punito dai Vollaro per essersi impossessato di denaro sottratto alla cassa dell’organizzazione criminale ed avrebbe commesso rapine in assenza dell’autorizzazione del reggente della cosca criminale.

L’omicidio

La vicenda risale a otto anni fa. Sannino era a bordo della proprio auto, quando fu raggiunto dai sicari che gli esplosero contro due colpi di pistola. Dopo una lunga detenzione, il 48enne aveva rilevato una macelleria equina a Portici. L’ agguato avvenne in via Lamaria Ruospo, in una zona periferica di Torre del Greco, nei pressi di un fondo di agricolo di proprietà della vittima.

continua a leggere su Teleclubitalia.it