omicidio desiree confermate 4 condanne

Sono state confermate anche in Appello le condanne per l’omicidio di Desirée Mariottini, la 16enne drogata e violentata nell’ottobre del 2018 in un edificio abbandonato nel quartiere universitario San Lorenzo, a Roma. Sono quattro in totale le persone imputate: due ergastoli e 27 e 24 anni e mezzo.

Omicidio Desirée confermate in Appello le 4 condanne: 2 sono ergastoli

I condannati sono Alinno Chima, Mamadou Gara, Yussef Salia e Brian Minthe accusati, a vario titolo, di omicidio, violenza sessuale e spaccio. Gara e Salia sono stati condannati all’ergastolo, Chima a 27 anni e Minthe a 24 e mezzo. “Speravo nella conferma delle condanne – ha detto la madre della ragazza -. Sono quattro mostri e devono stare dietro le sbarre. Questa sentenza mi dà un solo pò di pace dopo tanto dolore, ma il dolore ci sarà sempre e nessuno mi ridarà mai mia figlia”.

I fatti

Desirée venne trovata senza vita nello stabile di via dei Lucani la mattina del 19 ottobre 2018. La sera del decesso aveva assunto degli stupefacenti e poi si era sentita male. Anche se era chiaro che aveva bisogno di essere portata in ospedale, le persone intorno a lei, invece di aiutarla non hanno fatto nulla. “E’ stata invece violentata e lasciata morire“, si legge nelle carte del processo.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it