nocera inferiore rissa

Avevano dato vita ad una violenta lite in pieno centro, con utilizzo di armi improprie, a Nocera Inferiore in piazza del Corso, il cuore della movida cittadina. I fatti risalgono all’11 marzo scorso, intorno alle 22. A scatenare il diverbio futili motivi, riconducibili ad apprezzamenti su alcune ragazze.

Dalle parole si passò subito ai fatti con bottiglie spaccate per essere usate come armi, fino all’utilizzo di un coltello. Tagli, graffi al volto, oltre a pugni e calci sferrati con violenza. I responsabili sono quattro ragazzi di età compresa tra i 20 e i 23 anni. Nonostante la paura e il panico nessuno dei presenti contattò le forze dell’ordine.

La Polizia arrivò infatti poco dopo solo grazie a quei giri di perlustrazione che svolge per il centro, quotidianamente. A dare una svolta alle indagini sono state le immagini di alcune telecamere e le foto scambiate sui social e sui telefoni. Il gruppo fuggì infatti poco dopo la rissa.

Anche il il vicequestore del commissariato di polizia di Nocera Inferiore, Luigi Amato, ha denunciato, attraverso il quotidiano Il Mattino, la gravità del fatto che nessuno abbia avvertito le forze dell’ordine: “Preoccupa che nessuno abbia chiamato le forze dell’ordine durante quella rissa. Penso ai titolari di attività commerciali, che avendo una responsabilità in quanto muniti di licenza, sono rimasti semplici spettatori”, ha detto il vicequestore.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it