Napoli. Ha preteso di pagare una birra ad un prezzo inferiore rispetto a quello di vendita. E così, al rifiuto del titolare di un locale, ha afferrato cinque bottiglie e le ha gettate sul pavimento.

Napoli. “Voglio lo sconto sulla birra”: 21enne minaccia titolare e spacca bottiglie nel locale

E’ accaduto a Napoli, sul corso Arnaldo Lucci, nella notte tra il 1° e il 2 giugno. Sul posto sono giunti gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale che in quel momento erano impegnati in un servizio di controllo del territorio. I poliziotti sono stati avvicinati da un uomo, il quale ha raccontato loro cosa era accaduto nel suo locale.

I poliziotti, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, hanno rintracciato in strada Boccaperti l’autovettura e, poco distante, hanno riconosciuto l’aggressore che era in compagnia del papà. Alla vista dei agenti ha inveito contro di loro ingaggiando perfino una colluttazione. Poi padre e figlio hannoa tentato la fuga ma con il supporto di altri agenti, i due sono stati bloccati.

C.N e P.N., padre e figlio napoletani di 47 e 21 anni, entrambi con precedenti di polizia, sono stati arrestati per minacce, violenza, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il 21enne è stato arrestato per violenza privata nei confronti del titolare dell’attività commerciale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it