movida violenta napoli accoltellati

Un omicidio, due giovani accoltellati e un 14enne massacrato di botte. E’ il tragico bilancio di un sabato notte a Napoli.

Movida di sangue, due accoltellati

Mentre nel campo rom di Ponticelli veniva rinvenuto il corpo senza vita di un 32enne, nel cuore della movida, in largo San Giovanni Maggiore, un ragazzo di appena 16 anni è stato accoltellato alla coscia. Il giovane è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini con ferite d’arma da taglio. Dieci i giorni di prognosi prescritti. Da quanto dichiarato dalla vittima, a ferirlo uno sconosciuto che ha agito in maniera del tutto gratuita e senza motivi apparenti.

La notte di violenza però non è finita qui. Sempre all’ospedale Pellegrini, qualche minuto più tardi, si è presentato un secondo minore, appena 14enne. Era stato aggredito da alcune persone davanti ad un bar in via dei Carrozzieri a Monteoliveto. Vittima di un violento pestaggio, l’avrebbero colpito al volto e alla testa con schiaffi e pugni. Motivazioni ancora ignote e 21 giorni di prognosi prescritti dai sanitari.

Altro accoltellamento

Poche ore e ancora al Pellegrini arriva un nigeriano di 40 anni, ferito in più parti del corpo verosimilmente con un coltello. L’uomo è in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita. Secondo una prima ricostruzione, ad aggredirlo intorno alla mezzanotte un altro extracomunitario, all’interno di uno shop nel quartiere Vasto, a ridosso della stazione metro di piazza Garibaldi. Motivazioni e dinamica ancora poco chiare.

continua a leggere su Teleclubitalia.it