napoli morto samuele 3 anni

Samuele G., è questo il nome della piccolo di 3 anni che questa mattina è morto dopo essere precipitato nel vuoto dal balcone di casa sua. Un volo di circa 15 metri. Il piccolo abitava insieme ai genitori al terzo piano di una palazzina in via Giuseppe Piazzi, angolo di via Foria, a Napoli.

Dramma a Napoli

Il drammatico episodio si è verificato questa mattina intorno alle ore 12,30. La dinamica di quanto accaduto è ancora tutta da chiarire e sarà compito degli agenti del commissariato di Polizia San Carlo Arena far luce sulla vicenda che ha ancora parecchi punti oscuri. Samuele era solo con la mamma? C’era anche il padre? Come ha fatto a sporgersi dalla finestra senza che nessuno lo vedesse? Sono solo alcune delle domande a cui gli inquirenti dovranno dare risposta per accertare eventuali responsabilità.

Una vicenda che comunque ha sconvolto l’intero quartiere. Il piccolo è stato soccorso dapprima da alcuni passanti poi dai sanitari del 118 che lo hanno rinvenuto agonizzante in una pozza di sangue. Samuele è poi deceduto durante il trasporto all’ospedale dei Pellegrini. Scene di autentico dolore, con urla e pianti, all’esterno del nosocomio dove erano arrivati i familiari del bambino.

“Mia figlia dal ritorno da scuola ha visto questo angioletto in una pozza di sangue. Povero piccolo speriamo vada tutto bene” è il commento sui social di una residente della zona prima del drammatico epilogo.

Le parole del presidente

Sul dramma che ha sconvolto il quartiere, lasciando sgomenti i cittadini, è intervenuto anche Ivo Poggiani, presidente della III Municipalità Stella San Carlo Arena: “Una tragedia enorme. Inaccettabile la morte del piccolo Samuele, 4 anni, poche ore fa caduto dal balcone di casa sua in un palazzo tra via Foria e Via Cagnazzi. Nella terribile solitudine del dolore dei familiari, non possiamo fare altro che stringerci come comunità. Gli inquirenti sono sul posto per ricostruire la dinamica. Che la terra ti sia lieve piccolo“.

continua a leggere su Teleclubitalia.it