Dopo la chiusura dei centri vaccinali alla Stazione Marittima di Napoli e all‘Atitech di Capodichino, da domani chiude anche l’hub alla Mostra d’Oltremare di Napoli. La struttura gestita dall’Asl Napoli 1 è rimasta attiva dall’8 gennaio 2021. In totale, sono state somministrate ben 715.784 dosi contro il covid ai napoletani.

Vaccini, dove potranno farli i napoletani a partire dal 1 aprile

Nell’utimo mese nei box vaccinali del padiglione 1 c’è stato però il vuoto: pochissimi cittadini che andavano a farsi in ritardo le dosi e un po’ di bambini portati dai genitori. L’unica parte che continuerà ad essere aperta anche dopo domani è quella dedicata all’accoglienza sanitaria dei profughi dall’Ucraina in guerra.

Finora sono 5.247 gli ucraini che si sono sottoposti a tampone covid alla Mostra D’Oltremare: tra questi  372  (il 7,09%) sono risultati positivi. 756, poi, le persone che si sono sottoposte al vaccino covid. Lo spazio per i profughi ucraini rimarrà dunque aperto anche dal 1 aprile, in un’area molto ridotta, che verrà ridisegnata nella prima settimana del mese, eliminando alcuni spazi di una struttura enorme che occupa tutto il padiglione 1 della Mostra. Per i napoletani restano invece aperti per il vaccino la Fagianeria di Capodimonte, dieci distretti delle Asl nel territorio partenopeo e un gran numero di farmacie e medici di base.

continua a leggere su Teleclubitalia.it