Momenti di tensione all’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli per le proteste dei familiari di un giovane di 20 anni giunto in gravi condizioni in seguito a un incidente. Sul posto sono state fatte arrivare 7 volanti per un totale di oltre 20 uomini in divisa per sedare gli animi più esagitati.

Napoli, centauro in fin di vita dopo incidente: parenti assaltano ospedale

L’incidente che ha coinvolto il ragazzo, che è in fin di vita, sarebbe avvenuto in via Santa Maria Ogni Bene. Il 20enne avrebbe battuto violentemente contro i paletti posti ai margini della strada come dissuasori di sosta. Trasportato in ospedale, è stato condotto in sala operatoria in condizioni critiche. Poco dopo sono giunti sul posto amici e familiari che hanno dato in escandescenze. Un drappello della Polizia ha evitato che il nosocomio della Pignasecca subisse dei danni.

“Ministro, un solo agente non basta”

L’episodio è stato segnalato dall’associazione Nessuno tocchi Ippocrate: “In un paese civile non è normale che ci debba essere tale dispiegamento di forze dell’ordine per un banale incidente. Ottimo lavoro della polizia che sta contenendo le decine di persone fuori il pronto soccorso, ma a nostro avviso queste immagini non le abbiamo mai viste nemmeno in territorio di guerra”, ha commentato il dottor Manuel Ruggiero, presidente dell’associazione.

“Chissà se il ministro Piantedosi, vedendo queste immagini, si renderà conto che un drappello di polizia con un solo agente non basta ad arginare il problema”, ha aggiunto Ruggiero. Al pronto soccorso è arrivato anche il direttore generale dell’Asl Napoli1 Ciro Verdoliva.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp