Umberto Bellissimo
Umberto Bellissimo

Napoli. Al Teatro Diana di Napoli, lunedì 3 giugno alle ore 20.30, prenderà vita la serata dedicata alla terza edizione del Premio “Umberto Bellissimo”.  Un’occasione di prestigio e di grande impatto emotivo che, nel commemorare la figura dell’indimenticabile attore e cantante prematuramente scomparso nel 2016 a soli 59 anni, servirà pure per consegnare i meritati riconoscimenti legati alla manifestazione e riservati a quegli artisti che si sono particolarmente distinti per le loro qualità e attività.

La kermesse

Organizzato dal comitato dell’ Associazione Onlus “Umberto Bellissimo” fondato dalla vedova dell’artista Paola De Marco Bellissimo, grazie anche all’impegno del presidente Gianni Conte, del vicepresidente Giuseppe Giorgio e degli altri componenti Rosaria De Cicco, Adele Monaco, Antonella Morea e Carlo Piedepalumbo, l’evento si prefigge di mantenere vivo il ricordo di chi ha saputo dedicare la sua vita, al teatro, alla canzone e alla televisione.

I premiati

Per questa terza edizione, ospitata come sempre, grazie alla famiglia Mirra nello storico teatro vomerese di via Luca Giordano, a ricevere i premi saranno Giacomo Rizzo assegnatario di un riconoscimento speciale, insieme a Imma Villa per il “Teatro Contemporaneo e Nuovi Scenari”; Lello Giulivo per il “Teatro Musicale” e Nando Paone quale ”Miglior attore di Cinema e Teatro”. Tra gli altri ospiti della serata presentata dal giornalista Giuseppe Giorgio e dall’attrice Mirea Flavia Stellato, ci saranno anche Gianni Conte, leader della “Nuova Orchestra Italiana” e gli attori e cantanti Antonella Morea e Massimo Masiello.

Bellissimo, 40 anni di teatro, cinema e musica

Grazie a una carriera di circa 40 anni, Umberto Bellissimo, si è sempre saputo mettere in evidenza come un vero funambolo dello spettacolo. E ciò, interpretando con garbo e maestria i personaggi di Eduardo De Filippo, Molière, Goldoni, Brecht, Viviani e Petito. Diretto dallo stesso Eduardo in “La donna è mobile” di Vincenzo Scarpetta, già nel 1981 offrì prova di grande bravura, la stessa che confermò nel tempo, in Compagnia con Luca, con Luigi De Filippo ed ancora, con Mario Santella, Armando Pugliese, Bruno Garofalo, Andrée Ruth Shammah, Peppe Barra, Giacomo Rizzo, Antonio Calenda e Geppy Gleijeses. Sul grande schermo, Bellissimo debuttò nel 1982 con “Mi manda Picone” di Nanni Loy e prese parte alla pellicola di Nanni Moretti “La messa è finita” fino a collaborare con Vincenzo Salemme, Luciano De Crescenzo ed Alessandro Siani. Impegnato in televisione, tra le altre, con le fiction “La squadra” e “Orgoglio” dell’attore rimane indelebile il ricordo della sua prova nel ruolo di Sarchiapone nella straordinaria edizione della “Cantata dei Pastori” con Peppe Barra. Coinvolgente cantante da salotto, Bellissimo ha lasciato il segno anche nella discografia con i due Cd, “Bellissimo…Canto a Viviani” e “Non solo Variété”.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp