A Mugnano di Napoli, nel pomeriggio di ieri, due agenti della squadra mobile, in quel momento fuori servizio, hanno visto una vettura con la targa palesemente contraffatta. Dopo aver intimato l’alt alle persone a bordo, il conducente si è dato alla fuga, dando origine a un inseguimento, terminato con l’impatto contro il marciapiede. Gli occupanti hanno proseguito la corsa a piedi, fino a quando sono stati raggiunti e bloccati. Un arresto e due denunce: si tratta di un 18enne di Giugliano e due minorenni, rispettivamente di Giugliano e Parete.

Mugnano, agenti individuano auto con targa contraffatta

Ieri pomeriggio, a Mugnano di Napoli, due agenti della Squadra Mobile, liberi dal servizio, nel transitare in via Pietro Nenni, hanno visto tre giovani a bordo di un’auto con la targa palesemente contraffatta. Dopo essersi qualificati e aver intimato l’alt, il conducente ha accelerato la marcia, dandosi alla fuga.
Ne è nato un inseguimento, terminato in via Giovanni Verga dove il veicolo ha terminato la corsa a causa dell’impatto contro il marciapiede, perdendo una ruota, e gli occupanti hanno continuato la fuga a piedi verso i parcheggi della metropolitana dove, non senza difficoltà, sono stati raggiunti e bloccati.

Arrestati 18enne di Giugliano, denunciati due minorenni

I poliziotti hanno rinvenuto nell’autovettura, risultata rubata lo scorso 3 novembre a Marano di Napoli, numerosi arnesi atti allo scasso e una centralina per l’accensione.
Ferdinando Russo, 18enne giuglianese, è stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato, insieme agli altri due, un 15enne di Giugliano in Campania e un 17enne di Parete, tutti con precedenti di polizia, per ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli; inoltre, il 18enne è stato altresì denunciato per guida senza patente poiché recidivo nel biennio. La vettura è stata restituita al legittimo proprietario; i minori affidati ai genitori.

continua a leggere su Teleclubitalia.it