cesare de rosa arrestato lusciano

Ha minacciato due migranti di origine marocchina e ferito a colpi di pistola uno dei due perché alloggiavano in un garage di uno stabile abbandonato. Dopo il tentato omicidio si è poi dato alla fuga e nascosto a Lusciano, in provincia di Caserta. A finire in manette dopo indagini e ricerche serrate durate due settimane Cesare De Rosa, classe ’94.

Tenta di uccidere un marocchino che dorme in garage, arrestato a Lusciano 28enne

A eseguire il decreto di fermo gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Latina in collaborazione con i colleghi della Squadra Mobile di Caserta. L‘uomo deve rispondere di tentato omicidio commesso a Latina, in via Londra, lo scorso 16 aprile. Quel giorno De Rosa ha esploso due colpi di pistola contro la vittima ferendola all’addome. La vittima, trasportata all’ospedale Goretti, fu operata d’urgenza e oggi non è più in pericolo di vita.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile pontina hanno permesso di ricostruire l’accaduto. Al 28enne luscianese, a quanto pare, non andava giù che due marocchini avessero allestito un alloggio di fortuna nel garage di uno stabile abbandonato di via Londra. Dopo le minacce andate a vuoto per farli andare via, sarebbe passato ai fatti. Avrebbe dunque estratto una pistola puntandola all’indirizzo dei due nordafricani per poi esplodere due colpi. Senza prestare soccorso, De Rosa sarebbe infine scappato a bordo di un’auto prima a Roma e poi in Campania, a Lusciano, presso alcuni familiari.

continua a leggere su Teleclubitalia.it