Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è risultato positivo al Covid-19 ed è asintomatico. Lo si apprende da Palazzo Chigi. 

Mario Draghi è positivo al Covid-19: come sta il presidente del Consiglio

Le condizioni di salute del premier sarebbero buone. A rappresentare il governo nelle missioni nella Repubblica dell’Angola e nella Repubblica del Congo, previste per le giornate di mercoledì 20 e giovedì 21 aprile, saranno i ministri Luigi Di Maio e Roberto Cingolani. 

Negli scorsi giorni, Draghi era stato in Algeria per firmare il primo accordo con uno dei principali fornitori del combustibile che consentirà a Eni di aumentare le quantità di gas trasportata in Italia attraverso il gasdotto TransMed a partire dal prossimo autunno, con volumi crescenti di metano che raggiungeranno i 9 miliardi di metri cubi di gas all’anno nel 2023-24. Si tratta quindi un contratto che permetterà all’Italia di poter fare a meno del gas russo. “L’Italia è pronta a lavorare con l’Algeria – aveva detto il presidente del Consiglio – per sviluppare energie rinnovabili e idrogeno verde. Vogliamo accelerare la transizione energetica e creare opportunità di sviluppo e occupazione”.

“Subito dopo l’invasione dell’Ucraina, avevo annunciato che l’Italia si sarebbe mossa con rapidità per ridurre la dipendenza dal gas russo. Gli accordi di oggi sono una risposta significativa a questo obiettivo strategico, ne seguiranno altre”, aveva sottolineato il premier.

continua a leggere su Teleclubitalia.it