danilo laganà morto casandrino

Sono due le comunità in lutto per la morte di Danilo Laganà, il papà di Fuorigrotta (Napoli) morto questa mattina in via Borsellino a Casandrino. Il giovane viaggiava a bordo del suo scooter quando, in circostanze da chiarire, è stato investito da una Fiat 500. Nell’impatto, il mezzo a due ruote ha preso fuoco e Danilo è morto sul colpo, a 34 anni.

Casandrino e Fuorigrotta in lutto per Danilo Laganà

Secondo una prima ricostruzione, la giovane vittima stava andando al lavoro quando si è verificato l’incidente. Papà di famiglia, Danilo svolgeva l’attività di corriere per la società DHL la cui sede si trova ad un centinaio di metri da luogo dell’impatto. Purtroppo non è mai arrivato a destinazione. Inutile l’arrivo dei soccorsi e dei sanitari del 118 che hanno provato a rianimarlo prima di constatarne il decesso. Sulla dinamica del sinistro indagano i carabinieri della stazione di Grumo Nevano, a cui spetterà valutare, insieme alla magistratura, il ruolo e le eventuali responsabilità del conducente dell’automobile coinvolta.

La notizia ha fatto il giro del web gettando nello sconforto e nell’incredulità amici, colleghi e parenti. Tanti in queste ore i messaggi di cordoglio apparsi sulla sua bacheca social per commemorarlo. “La vita e inigiusta amico mio: sei volato via in un attimo”, scrive Aniello. “Non ci sono parole, ieri abbiamo parlato io e te fuori alla pescheria dove lavoro io. E da parecchio tempo che non ti vedevo. Che bei ricordi quando andavamo a ballare tutta la comitiva. Ieri sono rimasto così contento di vederti e ora La brutta notizia che tu non ci sei più. Non ci posso credere. Buon viaggio, fratello”, il commosso addio di Mirko.

continua a leggere su Teleclubitalia.it