Si chiama Eleonora Sirabella l’ischitana di 31 anni ritrovata ieri mattina in Piazza Maio. È la prima vittima del disastro che ha colpito l’isola Verde dopo l’ondata di maltempo annunciata dalla Protezione Civile.

Ischia, la prima vittima è Eleonora Sirabella

Ci sono volute ore per identificare il corpo della ragazza. Il volto era sfigurato, irriconoscibile. All’inizio si era diffusa la convinzione che si trattasse di una donna dell’Est, sposata con un uomo del posto. Invece, dopo una serie di accertamenti, i soccorritori e le forze dell’ordine hanno potuto dare un nome preciso a quel corpo. Si trattava di Eleonora.

La 31enne è stata sepolta dalla colata di fango caduta dal Ponte Epomeo. I vigili del fuoco hanno visto spuntare un braccio tra i tronchi abbattuti e i massi accatastati dalla furia della frana in piazza Maio. Inutile l’intervento immediato e l’estrazione della vittima dalle macerie. Era già priva di vita.

Altri 12 dispersi

Mancano all’appello ora altri 12 dispersi. È più le ore passano, più diventa improbabile ritrovarli vivi. Ieri sono stati tratti in salvo un’intera famiglia con un neonato e una ragazza di 25 anni di cui si era perse le tracce. Si continua a scavare tra fango e detriti, in una delle giornate più buie della storia dell’Isola Verde. 174 le persone sfollate che non hanno più una casa.

continua a leggere su Teleclubitalia.it