Crescono vertiginosamente i ricoveri in degenza ordinaria in Campania. Si contano infatti 32 posti letti occupati in più rispetto a ieri. Per quanto riguarda i contagi, oggi sono 6.653 su 48.768 tamponi processati nella Regione. A fornire i dati è l’Unità di Crisi nel bollettino giornaliero.

Impennata di ricoveri in Campania, il tasso di positività si attesta al 13,64%

In calo il tasso di positività: oggi, 3 gennaio 2022, è positivo il 13.64 dei test, quattro punti percentuali in meno rispetto a ieri quando l’indice di contagio era al 17,49%.

Si contano anche 21 decessi: 14 persone sono morte nelle ultime 48 ore; mentre 7 sono decedute in precedenza ma soltanto ieri il dato è stata registrato.

Aumentano ancora i ricoveri in Campania. Attualmente in terapia intensiva ci sono 60 persone, 5 in più rispetto a due giorni fa. I posti letto di degenza ordinaria occupati nelle strutture campane sono momentaneamente 750, 32 in più rispetto a ieri quando erano 718.

De Luca pronto a chiudere le scuole

Il governatore campano sta valutando di rinviare il ritorno in classe di 20-30 giorni per dare nel frattempo una spinta alle vaccinazioni tra i minori e soprattutto aspettare che diminuiscano i contagi.

“Nel quadro attuale di diffusione del contagio fra i giovanissimi, mi parrebbe una misura equilibrata e di grande utilità il semplice rinvio del ritorno a scuola. Prendere 20/30 giorni di respiro, consentirebbe di raffreddare il picco di contagio – che avrà a gennaio probabilmente un’altra spinta – e di sviluppare, in questi giorni, la più vasta campagna di vaccinazione possibile per la popolazione studentesca”, ha fatto sapere De Luca.

“Non sarebbe di certo una misura ideale – ha proseguito – ma consentirebbe di riprendere a breve le lezioni in presenza con maggiore serenità per gli alunni, per le famiglie, per il personale scolastico”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it