“Non possiamo più mantenere gli impegni presi”. E così vacanze annullate per centinaia di clienti, provenienti da Napoli e provincia, che avevano prenotato un soggiorno all’estero o in Italia presso l’agenzia 7D Viaggi di Gragnano. 

Gragnano, agenzia di viaggi chiude e i titolari spariscono con i soldi: “Siamo stati truffati”

Infranto il sogno di molti bambini: una settimana all’insegna del divertimento a Disneyland Paris; un viaggio regalato dai genitori dopo mesi di risparmi. Rovinata, invece, la luna di miele per alcune coppie di futuri sposi che avevano scelto Dubai o la Sardegna per questa estate. Prima il danno e poi la beffa. Non solo le prenotazioni sono state cancellate senza alcun preavviso rispetto all’inconveniente, ma nessuno dei clienti è stato rimborsato dei soldi spesi dai titolari dell’agenzia.

La 7D Viaggi ha fatto sapere, attraverso un post su Facebook, che “a causa di sopravvenute problematiche finanziarie che hanno colpito la società e che non è possibile ad oggi risolvere, non si riuscirà a far fronte agli impegni presi”. Oltre al messaggio apparso sul social network, non ci sono state ulteriori comunicazioni o spiegazioni circa l’accaduto.

A seguito del danno, sono partite decine denunce presentate ai carabinieri di Gragnano. La Procura della Repubblica di Torre Annunziata ha già aperto un’inchiesta per fare luce l’accaduto. Si tenta di stimare l’entità della truffa che si aggirerebbe sul milione di euro.

Nella serata di sabato, decine di persone si sono radunate all’esterno della sede dell’agenzie fino a notte fonda, protestando e chiedendo di parlare con i responsabili. I titolari, però, si sono già resi irreperibili da diversi giorni. Nessuno sa dove siano andati e se faranno mai ritorno. Resta però il fatto che, dopo la decisione dell’agenzia di chiudere i battenti, centinaia di clienti si sono visti, da un momento all’altro, le loro vacanze andare in fumo. Così come resta l’incertezza di poter recuperare, in tempi brevi, il denaro versato in cambio di un po’ di relax.

continua a leggere su Teleclubitalia.it