assegno di inclusione richieste napoli

Momenti di tensione questa mattina in via Togliatti a Giugliano. L’ufficio postale è stato preso d’assalto per il ritiro della nuova card per l’assegno inclusione. Nella ressa, però, sarebbe partito un battibecco poi degenerato in violenza.

Giugliano, ressa alle poste per l’assegno di inclusione: volano schiaffi

Sono 65mila le domande accolte dall’Inps a Napoli e provincia per la misura destinata a sostituire il vecchio Reddito di Cittadinanza. Una platea di beneficiari che da questa mattina, venerdì 26 gennaio, potrà recarsi alle poste per il ritiro della card su cui verranno accreditati mensilmente le somme destinate ai “non occupabili” (over 60, nuclei familiari con figli minori o disabili a carico).

Anche l’ufficio postale di Giugliano è stato preso d’assalto questa mattina. Decine di richiedenti sono in fila. Si entra a scaglioni e ci sono persone in attesa anche all’esterno per ricevere la carta Adi. Agli sportelli, però, non sono mancati momenti di tensione. Secondo quanto apprende Teleclubitalia, nella ressa c’è stato un diverbio tra due donne e sarebbe persino volato qualche schiaffo. Sul posto sono giunti i carabinieri della locale Compagnia per ricostruire l’accaduto.

La platea

Il nuovo assegno di inclusione taglia fuori circa il 40% dell’ex paltea campana di beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Chi non rispetta i nuovi requisiti e risulta disoccupato, potrà beneficiare del supporto di formazione (spf) e iscriversi ai corsi di formazione che bandirà la Regione percependo un sussidio di 350 euro al mese per 12 mesi.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp
Banner tv77 Finearticolo