giugliano reddito di emergenza arrestata 21enne

Si era recata in posta con l’intento di riscuotere il Reddito di Emergenza ma non aveva fatto i conti che da li a poco sarebbe stata beccata per il documento che aveva con se non era originale. Per questo motivo, i carabinieri della stazione di Varcaturo hanno tratto in arresto una 21enne di origini rom.

Bloccata all’ufficio postale

La giovanissima, incensurata è giunta all’ufficio postale di Lago Patria con una carta d’identità falsa e ha provato a farsi pagare il sussidio promosso dalla Regione Campania. Per richiedere il beneficio aveva utilizzato documenti di identità falsi sui quali era riportata la sua foto ma dati anagrafici diversi. La donna è stata sottoposta ai domiciliari, in attesa di giudizio. I documenti sono stati sequestrati.

Un caso precedente

Non è la prima volta che i militari dell’arma della stazione di Varcaturo sventano una truffa del genere. In quella circostanza i carabinieri riuscirono ad arrestare una 40enne di Casalnuovo per possesso di documenti falsi.

Giugliano, truffa in posta

I militari l’avevano bloccata nell’ufficio postale quando – esibendo un documento contraffatto – aveva tentato di attivare un libretto di risparmio. Secondo quanto ricostruito, il documento riportava dati anagrafici di un’altra persona e la foto della truffatrice. Anche in quel caso la donna fu tratta in arresto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it