perde occhio aggressione giugliano

Pugni al volto così forti da provocare la perdita di un occhio. Una violenta aggressione consumata tra le mura domestiche che ha portato al decreto di fermo nei confronti di un uomo di nazionalità ucraina. L’aggressore avrebbe picchiato brutalmente tre connazionali (di cui due donne) a Giugliano al culmine di una lite di cui si ignorano i motivi.

Giugliano, picchia tre persone: una perde un occhio. Scatta il decreto di fermo

L’episodio risale al 2 settembre scorso. Dopo indagini flash, il personale del Commissariato di Giugliano Villaricca ha rintracciato l’autore dell’aggressione a Parete. Secondo quanto ricostruito, verso mezzogiorno, il malvivente aveva aggredito in un’abitazione di Giugliano due donne e un uomo a pugni e calci. Una delle vittime aveva riportato gravi lesioni al punto da perdere la vita per lo scoppio di un bulbo oculare, verosimilmente dovuto alle violentissime percosse subite. 

Dopo il raid, l’aggressore aveva fatto perdere le proprie tracce. I riscontri probatori intanto hanno consentito l’emissione di un decreto di fermo disposto dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, al quale, in un primo momento, l’indagato è riuscito a sottrarsi. Solo nella mattinata odierna, a seguito di ulteriori ricerche, anche mediante servizi tecnici di geolocalizzazione, l’indagato è stato rintracciato nel Comune di Parete, luogo in cui è stato sottoposto a fermo e condotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

continua a leggere su Teleclubitalia.it