leonardo giugliano

Chiude la Leonardo della zona industriale della zona Asi. Una delle aziende più importanti del territorio a nord diNapoli si trasferisce al Fusaro, Bacoli, per una ottimizzazione degli stabilimenti. Una perdita non da poco data l’importanza della ex Selex, da anni presente a Giugliano.

Giugliano perde la Leonardo: in zona Asi restano soltanto impianti di rifiuti

Il piano industriale della società prevede una profonda trasformazione che porterà a realizzare un polo di eccellenza per la produzione di radar nello stabilimento dell’area flegrea. Un piano che esclude quindi Giugliano, terza città della Campania. La produzione di schede di microelettronica che attualmente vengono realizzate nella zona industriale giuglianese avverrà a qualche chilometri di distanza, nel comune di Bacoli.

Dalla fabbrica però ci tengono ad assicurare che non verrà perso nemmeno un posto di lavoro. Anzi: pare che siano previste altre assunzioni. Proprio nei prossimi giorni ci saranno nuovi tavoli di approfondimento per conoscere dettagli sull’impatto e sulle ricadute occupazionali. Insomma, tutto deciso: tra meno di tre anni la struttura chiuderà i battenti lasciando forse il posto ad altre aziende dell’indotto. Giugliano dovrà quindi dire addio alla Leonardo, la sua più grande e storica fabbrica, una struttura di livello nazionale. In zona Asi, ormai, restano poche altre fabbriche e gli impianti di rifiuti.

continua a leggere su Teleclubitalia.it