giugliano stadio torre del greco

Col passare delle settimane aumenta il senso di sfiducia e sconforto tra i tifosi del Giugliano. La formazione gialloblu sta disputando infatti ancora le gare nell’esilio dello stadio Partenio-Lombardi di Avellino a causa dei mancati lavori di adeguamento allo stadio giuglianese Alberto De Cristofaro.

Una vicenda che sta comportando costi importanti per la società guidata dalla famiglia Mazzamauro che si affaccia per la prima volta in Serie C. I tigrotti giocano praticamente sempre in trasferta. Il sindaco Nicola Pirozzi ai nostri microfoni ha dichiarato che la politica ha fatto il suo lavoro, ora bisogna attendere i tempi tecnici per le opere necessarie come illuminazione, telecamere, manto erboso e sistemi di filtraggio dei tifosi nell’impianto di Campopannone. Ad oggi però mancano ancora cronoprogamma e possibili date per la partenza degli interventi.

Giugliano, ipotesi trasferimento da Avellino a Torre del Greco

A far aumentare nelle scorse ore la rabbia dei tifosi giuglianesi è stata la voce di un possibile spostamento da Avellino allo stadio Amerigo Liguori di Torre del Greco. In questo caso però le partite potrebbero giocarsi a porte chiuse per motivi di ordine pubblico. Fonti vicine allo società fanno sapere alla nostra redazione che quella della cittadina vesuviana è un’ipotesi reale, la disponibilità per ospitare la squadra lì già ci sarebbe da tempo, ma al momento non c’è nulla di concreto. Si continua a giocare ad Avellino anche se lo stadio di Torre del Greco permetterebbe alla società di abbassare notevolmente le spese.

Il fattore che frena quest’idea sarebbe però l’assenza di supporters. “I tifosi per noi sono importanti – fanno sapere del Giugliano calcio – e non vogliamo perdere anche quelli che in modo eroico ci stanno seguendo al Partenio”. Intanto la voce in città ha acceso ancora di più le polemiche. Dal gruppo facebook Tifosi del Giugliano arriva un altro appello al sindaco di Giugliano a fare chiarezza sulle problematiche dello stadio. “Lo spostamento a Torre del Greco – sottolineano – sarebbe un fallimento di questa amministrazione. Noi siamo pronti a scendere in piazza”. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it