via colonne giugliano

GIUGLIANO. Il cantiere di via Colonne, gestito dall’Eav, è attualmente fermo a causa dei sottoservizi. Senza l’intervento preventivo dell’Enel, non può partire l’intervento per il nuovo collettore fognario. E’ quanto emerso da un tavolo congiunto tra i comuni di Giugliano e Melito, promosso dall’associazione commercianti Alca.

Giugliano, cantiere di via Colonne fermo

All’incontro presenti l’assessore giuglianese alla viabilità Francesco Mallardo e gli esponenti della giunta di Melito Anna Russo e Marco Ponticiello. I comuni chiedono quindi di accelerare e contemporaneamente si lavora per percorsi alternativi.

Intanto i commercianti, grazie al voto in consiglio comunale, hanno avuto l’esenzione dalla Tari. L’altra richiesta poi è quella di riaprire momentaneamente la strada in caso di lavori ancora bloccati per il mancato intervento dell’Enel. Una volta entrati nel vivo dell’esecuzione dei lavori, si spera quindi in una svolta ad inizio autunno quando però sarà già ricominciata la scuola: in quel momento le attività avranno ripreso a lavorare a pieno regime e la zona sarà di nuovo nel caos.

La proposta di aprire la strada che costeggia la metropolitana a doppio senso di marcia al momento non è ancora stata attuata anche se sono centinaia gli automobilisti che quotidianamente la percorrono controsenso per evitare le strade alternative che allungano non di poco il percorso. Difatti per raggiungere via Colonne o via Giardini è necessario arrivare sino alle palazzine di via Agazzi.

Giugliano, trappola viabilità: chiude anche tratto dell’Appia

continua a leggere su Teleclubitalia.it