Non sono passate neanche 24 ore dal rogo tossico appiccato in zona Asi, che a Giugliano si verifica un nuovo incendio di vaste proporzioni. Stavolta in via Sorbe Rosse, a ridosso del cimitero comunale.

Giugliano, ancora un maxi incendio: nube nera e aria irrespirabile

Una densa colonna di fumo nero si è levata rapidamente in cielo, intorno alle 12, ed è tutt’ora ben visibile anche a chilometri di distanza. Segnalazioni arrivano da ogni parte della città, soprattutto da via Casacelle. Qui i residenti lamentano un forte odore acre, che li sta costringendo a barricarsi in casa per non respirare i fumi tossici.

Al momento non è chiaro cosa stia bruciando. Ma è probabile che ad andare a fuoco siano rifiuti abbandonati o materiale plastico. Nel frattempo sono stati già allertati le forze dell’ordine e i Vigili del Fuoco che dovrebbero raggiungere a breve il luogo esatto in cui si è verificato l’incendio.

La stagione dei roghi non accenna purtroppo ad arrestarsi nella Terza città della Campania. Ieri pomeriggio i caschi rossi sono stati impegnati per ore nelle operazioni di spegnimento dell’incendio avvenuto nei pressi del campo rom, nella zona di Ponte Riccio, mentre nel resto della Regione si cercava di far fronte ai danni causati dal maltempo. Le fiamme, altissime, hanno raggiunto l’accampamento nomade, distruggendo perfino due baracche.

 

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it