“Dietro al bancone c’erano mio figlio e mio nipote. Quando la ragazzina è entrata nel bar, ha chiesto un ‘cicchetto’ e le è stato somministrato della granatina”. A parlare ai microfoni di Tele Club Italia è Aniello Sequino, titolare di uno storico bar situato a pochi passi da piazza Matteotti, denunciato a piede libero dalle forze dell’ordine per aver servito superalcolici a dei minori. 

Giugliano, alcolici serviti ai minorenni in un bar. Il titolare: “Era granatina. Cicchetto non è stato consumato”

L’accaduto è stato segnalato da un cittadino ai Carabinieri di Giugliano, che hanno provveduto ad accertare i fatti. “Il cicchetto non è stato consumato – ha aggiunto il proprietario del bar -. Poco dopo è intervenuta la mamma della ragazza che ha cominciato a sbraitare e a dire parole indicibili. La signora non mi ha dato tempo di spiegare che il cicchetto era granatina (uno sciroppo analcolico a base di frutta, ndr) che ha minacciato di chiamare i Carabinieri”.

Sul posto sono così intervenuti i Carabinieri che hanno ascoltato la signora, il titolare e un cliente che era presente in quel momento. Adesso il commerciante rischia la sanzione amministrativa e la sua licenza di esercizio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it