Ercolano. All’indomani del servizio mandato in onda da “Striscia la Notizia” che ha incastrato una dipendente del comune che, durante gli orari di lavoro, si esibiva in spogliarelli hot con la webcam del pc dell’ufficio, il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, ha reso noto che la donna e’ stata sospesa dall’esercizio del suo impiego e sarà avviato il procedimento disciplinare finalizzato al licenziamento.

Ercolano, spogliarelli hot al Comune: sospesa l’impiegata

“Abbiamo già sospeso la dipendente ed avviato il procedimento disciplinare finalizzato finanche al licenziamento” – ha riferito Ciro Buonajuto – ”Ci costituiremo inoltre parte civile nel processo penale, perché il comportamento di un singolo non può gettare fango su una intera comunità”. 

La Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta sulla vicenda che ha gettato nella bufera il comune di Ercolano. La Polizia municipale ha già acquisito i filmati “incriminati” e identificato la dipendente che dopo l’arrivo delle telecamere nel suo ufficio aveva deciso di chiedere le ferie. 

Rischiano anche gli altri colleghi

Nei video si fa riferimento anche al ruolo che avrebbero avuto alcuni colleghi d’ufficio nelle esibizioni a luci rosse della dipendente. Si tratta di soggetti – si legge sul Mattino –  che non sono stati identificati ma che, come l’impiegata finita sotto accusa, rischiano grosso. Intanto  già partito l’iter per il processo disciplinare al quale verrà sottoposta, già nelle prossime settimane, la sessantenne. 

La donna è stata ufficialmente sospesa dal servizio in via cautelativa. E il prossimo 8 novembre dovrà presentarsi davanti alla commissione disciplinare per provare a dare una giustificazione rispetto a quanto accaduto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it