A margine di una iniziativa sulla valorizzazione dell’Architettura Moderna, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca si sofferma sulla variante sudafricana che ha “colpito” il manager casertano rientrato dal Mozambico: “La variante Omicron è pienamente diffusa, rivedo il film di due anni fa quando trovammo il primo paziente positivo in un Comune del Cilento e sembrava fosse un caso isolato.”

Il vaccino è l’unica arma per sconfiggere il Covid

Il governatore salernitano non può non soffermarsi sui controlli anti Covid nei comuni, ancora insufficienti. Non è un caso che si registrino ancora assembramenti, soprattutto di giovani, senza mascherina. Ricordiamo che in Campania l’utilizzo della mascherina è da sempre obbligatorio per tutta la popolazione. Sul tema della vaccinazione ai bambini da 5 a 11 anni De Luca si dimostra a favore. Per una questione molto semplice. L’idea è tenere aperte le scuole, in controtendenza con quanto dichiarato da Bovitacola qualche giorno fa, anche durante il periodo prenatalizio.

Tutto questo successivamente alla decisione del sindaco di Caserta, Carlo Marino, di chiudere tre plessi dell’istituto comprensivo statale Giannone-De Amicis, frequentato dai figli del dirigente casertano. Massima prudenza ma nessun allarmismo. Al momento la variante Omicron, stando alle recenti ricostruzioni del paziente zero, provoca sintomi molto lievi. A conferma del fatto che il vaccino resta l’unico strumento di difesa che contrasta in maniera concreta il Covid. Altre piste non riconducibili ad organi scientifici ed ufficiali restano, ancora una volta, da scartare.

continua a leggere su Teleclubitalia.it