A margine della seduta di consiglio regionale il governatore Vincenzo De Luca, intervistato dai giornalisti, si è soffermato sulla vicenda legata agli studenti dell’istituto De Carlo di Giugliano che, tornati dal viaggio in Irlanda, sono risultati positivi dopo essersi sottoposti al tampone: “Ma come si fa con questi chiari di luna a mandare i ragazzi in giro, soprattutto nell’area Gran Bretagna – Irlanda e così via? C’è gente che ancora continua a non capire che qui ci facciamo male sul serio.”

De Luca: “Non ci sono i controlli”

Il governatore salernitano nel corso del suo intervento sottolinea ancora una volta l’insufficienza dei controlli anti Covid sui territori: “Io sono arrabbiato perché la regione Campania poteva avere un grande vantaggio perché siamo l’unica regione in Italia nella quale l’obbligo della mascherina non è stato mai eliminato. Solo che non c’è nessuno che controlli un accidente di niente: né le polizie municipali, né le forze dell’ordine. Mi auguro che dinanzi a quest’esplosione tutti quanti si decidano a mettere questa maledetta mascherina. Però con questa diffusione di varianti abbiamo due carte da giocare: la diffusione del vaccino, delle terze dosi e l’uso della mascherina. Questo è tutto.” Dunque una dura condanna da parte del capo della giunta regionale rispetto alla questione che sta tenendo banco nell’hinterland napoletano. Ricordiamo che sui 35 studenti positivi, 2 di essi sono risultati positivi alla variante Omicron.

Secondo l’allarme dell’Istituto Superiore di Sanità, la variante sudafricana dovrebbe raggiungere il picco entro la metà di gennaio 2022, motivo per il quale il Governo correrà ai ripari dopo la cabina di regia del prossimo 23 dicembre.

continua a leggere su Teleclubitalia.it