Sono 176 i nuovi positivi in Campania su 6.547 tamponi processati nelle ultime 24 ore. A fornire i dati è l’Unità di Crisi regionale nel bollettino giornaliero. 

Covid in Campania, tasso di positività in risalita

Il tasso di positività è in risalita: oggi si attesa al 2,69% dei test, ieri invece era all’1,56%. Ci sono anche 6 vittime: 5 decedute nelle ultime 48 ore; un’altra persona invece è deceduta in precedenza ma registrata soltanto ieri. 

Sul fronte dei ricoveri, invece, ci sono in totale 19 pazienti in terapia intensiva; una in in più rispetto a ieri. Mentre le i posti letto di degenza occupati sono 258; uno in meno rispetto a un giorno fa. 

Report vaccinati in Campania

In Campania sono vaccinati con la prima dose 4.109.417 cittadini.  Di questi 3.564.785 hanno ricevuto la seconda dose del vaccino contro il Coronavirus. Complessivamente il numero delle vaccinazioni eseguite è 7.674.202. 

Terza dose

E’ arrivato ieri dal Cts il via libera alla terza dose per gli ottantenni, i residente nella Rsa e il personale sanitario più fragile per età o patologie progressi.

Il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo ha già fatto sapere che una volta definita la popolazione target verranno “aggiornati i sistemi informatici e comunicata la data dalla quale sarà possibile avviare per tutto il territorio nazionale la somministrazione delle dosi aggiuntive”. 

Terza dose

E’ arrivato ieri dal Cts il via libera alla terza dose per gli ottantenni, i residente nella Rsa e il personale sanitario più fragile per età o patologie progressi.

A confermarlo è stato, in mattinata, il portavoce del Cts Silvio Brusaferro: “Non sono previsti rinvii per gli operatori sanitari – ha detto – Nel costante perseguimento di un’ottica di massima precauzione, la somministrazione di

un’ulteriore dose di vaccino viene indicata progressivamente per gli ultraottantenni, i residenti nelle Rsa, persone ultrafragili e operatori sanitari a partire da quelli più a rischio”. 

Per quanto riguarda il personale sanitario si partirà dai più esposti, da chi lavora in reparti Covid a chi è più a rischio per le condizioni di salute personali.

Il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo ha già fatto sapere che una volta definita la popolazione target verranno “aggiornati i sistemi informatici e comunicata la data dalla quale sarà possibile avviare per tutto il territorio nazionale la somministrazione delle dosi aggiuntive”. 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it