Il Covid continua a destare preoccupazione: il numero dei ricoverati in terapia intensiva resta alto in Campania. Al Cotugno, un 17enne, residente nella zona nord di Napoli, è giunto presso il pronto soccorso della struttura a causa di una grave infezione polmonare da Coronavirus, lo scorso lunedì sera. Ricoverato, è attualmente in terapia sub intensiva: il giovanissimo non era vaccinato.

17enne ricoverato in terapia sub intensiva al Cotugno

Sul caso del 17enne ricoverato al Cotugno in terapia sub intensiva c’è massima attenzione per diversi fattori: principalmente, per la giovane età, ma anche per altri potenziali aggravanti legati a un eccesso di peso e una leggera ipertensione. Come riporta “Il Mattino”, il ragazzo è arrivato presso il presidio ospedaliero nella serata di lunedì, accompagnato dalla madre: aveva febbre e tosse. Entrambi, non erano vaccinati.

Attraverso una Tac, è stato verificato che aveva una tipica polmonite interstiziale bilaterale da Coronavirus: a quel punto, è stato ricoverato con assistenza in ossigeno in terapia sub intensiva. Verrà curato con gli anticorpi monoclonali, passati alla competenza del Cotugno in seguito alla chiusura dei Covid Center della Asl Napoli.

Posti letto occupati al Cotugno

Al Cotugno, su 115 posti disponibili per i pazienti Covid, sono 108 quelli occupati: tra questi, 18 sono vaccinati (ma non tutti hanno ricevuto la doppia dose) mentre 97 sono malati non vaccinati. Gli 8 posti in rianimazione sono al momento tutti occupati da persone che non si sono vaccinate: la metà di loro è giovane d’età, tra i 30 e i 40 anni. Sono tutti intubati nonostante siano sani e non presentino patologie pregresse.

continua a leggere su Teleclubitalia.it