Sabrina salerno sanremo 2020

Sabrina Salerno è una showgirl, attrice, ballerina e cantante italiana. Ed è tra i concorrenti di Ballando con le Stelle, condotto da Milly Carlucci, su Rai 1. Scopriamo alcune curiosità su di lui: età, altezza,

Sabrina Salerno: età

La showgirl è nata a Genova il 15 marzo 1968. Ha dunque 53 anni ed è del segno dei Pesci.

Altezza

È alta 1.75 cm.

Marito e figli

Della sua vita privata sappiamo che la cantante, a fine degli anni ottanta, ha avuto una relazione con l’attore Pierre Cosso, naufragata, però, qualche tempo dopo.

In seguito, nel 1994, si lega a Enrico Monti, col quale inizia una relazione. Nel 2004 ha dato alla luce il suo primogenito, Luca Maria, avuto proprio dal compagno. I due, nel 2006, finalmente decidono di unirsi in matrimonio, e ancora oggi sono insieme.

La violenza subìta a 17 anni

Sabrina Salerno, a soli 17 anni ha subito delle violenze psicologiche parte di un manager dello spettacolo, ad oggi scomparso.

“A 17 anni ho incontrato un uomo manipolatore, verbalmente violento, che cercava i miei punti deboli per colpirli e rendermi sempre più fragile. Era un uomo che riusciva a soggiogare tutte le persone che aveva a fianco”, aveva raccontato la soubrette a Silvia Toffanin. Alla conduttrice di Verissimo ha raccontato che l’uomo si spacciava per manager e le rubava ogni guadagno. Inoltre La Salerno ha rivelato che, la cifra che le ha sottratto, è davvero molto alta.

Sabrina Salerno e la malattia

L’evento ha portato la showgirl ad affrontare una lunga malattia. La cantante ha sofferto di una forte depressione, che l’ha portata anche all’autolesionismo. A poco a poco, però, Sabrina è riuscita a superare le difficoltà, e a sconfiggere così la malattia, riprendendo in mano la sua vita.

 “Depressione, autolesionismo, inseguire uomini sbagliati, chimere e falsi dei. Ho vissuto borderline, perso delle possibilità e anche qualche miliardo di lire. Poi poco alla volta sono riuscita a liberarmi di questo truffatore. Ho rielaborato il dolore e la rabbia. Aiutata dagli avvocati sono tornata a galla!, ha raccontato a La Verità.

All’apice del successo, quando gli applausi erano più fragorosi, Sabrina Salerno ha dovuto fare i conti con un male più grande di lei: “Morivo di paura: ansia, attacchi di panico prima di salire sul palcoscenico. Ero depressa, cupa. A 24 anni, dopo il successo e la tournée in Sudamerica, al culmine del successo, dall’alto dei 20 milioni di dischi venduti, non ce l’ho più fatta. L’esaurimento nervoso mi ha messo a terra!”, ha rivelato la 51enne in un’intervista del 2017, pubblicata sul settimanale “Oggi”. Problemi che per fortuna oggi si è buttata alle spalle.

La carriera e le canzoni

Durante l’adolescenza, Sabrina Salerno partecipa a un concorso di bellezza vincendo il titolo di Miss Lido. In seguito vince il titolo di Miss Liguria, che le permette così di partecipare a Miss Italia 1984. Il suo esordio in tv avviene nel 1984, quando partecipa al programma W Le Donne, condotto da Amanda Lear e Andrea Giordana. Il debutto come cantante avviene solo nel 1986, quando pubblica il singolo Sexy Girl, che scala le classifiche europee, venendo anche scelta come sigla del Festivalbar. Nel mentre la Salerno partecipa anche al alcuni varietà di Canale 5, tra i quali Grand Hotel e SandraRaimondo Show. L’anno seguente, Sabrina rilascia il suo primo album omonimo, contenente le canzoniBoys (Summertime Love), Hot Girl e la cover di Lady Marmalade.

Proprio il primo brano, ottiene un successo senza precedenti, conquistando il terzo posto della classifica britannica, trovandosi preceduta soltanto da Michael Jackson e Madonna. Lo stesso videoclip contribuì al successo della canzone, e ancora oggi rimane uno dei più iconici della storia musicale italiana. Negli stessi anni, Sabrina diventa anche attrice, ottenendo dei ruoli in Grandi magazzini e Le foto di Gioia, e nel telefilm Professione vacanze. Nel 1988 esce il secondo album, Super Sabrina, che contiene diverse canzoni di successo, tra le quali All of Me (Boy Oh Boy), My Chico e Funky Girl. Proprio con My Chico al Festivalbar 1988 la Salerno viene premiata come Migliore Cantante Europea dell’anno. Nello stesso anno pubblica anche il singolo Like a Yo-Yo, che ottiene un successo straordinario anche in Finlandia. Nel mentre, la sua fama si espande in tutta Europa.

Nel 1989, Sabrina Salerno pubblica la canzone Gringo, che scale nuovamente le classifiche. Tiene in seguito un concerto all’Olimpisky Stadium di Mosca, seguito da oltre 50 000 persone. Da questo show viene reso disponibile la VHS Sabrina Live In Moscow. Nello stesso anno è protagonista del film Fratelli d’Italia, con Jerry Calà. L’anno seguente pubblica il singolo Yeah Yeah, che anticipa il terzo album, Over the Pop. Per la prima volta, nel 1991, rilascia la prima canzone in italiano, Siamo Donne, insieme a Jo Squillo, con la quale partecipa al Festival di Sanremo. Solo nel 1995, Sabrina rilascia il primo album interamente in lingua italiana, Maschio Dove Sei, prodotto da lei stessa. Nel 1997 il disco viene ristampato, tuttavia col titolo Numeri, pur contenendo le stesse canzoni.

Nel 1995 esordisce anche a teatro, con la commedia I cavalieri della tavola rotonda, al fianco di Tosca D’Aquino, Gianfranco D’Angelo e Daniele Luttazzi. Torna poi anche in tv, nel game-show Il grande gioco del mercante in fiera. Nell’estate del 1998, invece, conduce insieme a Carlo Conti lo show di Rai 1 Cocco Di Mamma. Nel 1999 Sabrina torna alla musica, pubblicando l’album A Flower’s Broken, che tuttavia non ottenne il successo sperato. Nello stesso anno partecipa anche al film degli 883 Jolly Blu, e alla sit-com Tutti gli uomini sono uguali in onda su Italia 1.

Sabrina Salerno: gli anni 2000

Nei primi anni 2000, Sabrina Salerno partecipa al musical Emozioni, con Ambra Angiolini e Vladimir Luxuria, che ottiene un ottimo successo. Nel 2002 la troviamo invece al programma di Italia 1 Matricole & Meteore nel ruolo di inviata. Nel 2005 partecipata come concorrente al talent show inglese Hit Me Baby One More Time, mentre l’anno successivo pubblica la canzone dance-house I Feel Love (Good Sensation). Tuttavia il vero ritorno alla musica avviene solo nel 2008, quando rilascia l’album, Erase/Rewind Official Remix, contente due dischi. Il primo contiene tredici sue celebri canzoni ricantate e reincise in nuove versioni. Il secondo contiene tredici brani pop-rock registrati negli anni Novanta ma rimasti inediti.

Il 15 luglio 2010, Sabrina Salerno pubblica la cover del brano Call Me, in duetto con Samantha Fox. Al singolo segue un EP con dieci canzoni, che ottiene un discreto successo. Nello stesso anno, torna in tv come conduttrice del programma Mitici ’80, su Italia 1. Nel 2012 partecipa al film Stars 80, dove interpreta sé stessa. Due anni dopo, Sabrina prende parte a La pista, talent show di Rai 1, nel ruolo di coach. A giugno dello stesso anno esce il nuovo singolo Colour Me, di cui è autrice e coproduttrice. Il 30 novembre 2018 pubblica il singolo Voices, prodotto da Mauro Ferrucci e Tommy Vee.

Genitori

Sabrina Salerno non ha conosciuto il padre fino all’età di 12 anni, quando la ragazza lo ha rintracciato sull’elenco del telefono e lo ha contattato per la prima volta.

L’incontro però non ha rispecchiato le attese di Sabrina, il padre non ha voluto riconoscerla e non ha manifestato la volontà di rimanere in contatto con lei.

La cantante ha insistito ostinatamente, fino a quando, a 46 anni, grazie all’esame del DNA, ha ottenuto il riconoscimento ufficiale.

Nel giugno del 2020 Sabrina Salerno è stata intervistata da Pierluigi Diaco durante il programma “Io e Te” e al conduttore la cantante ha raccontato qualcosa in più sul rapporto con il padre. “Mio padre non mi ha mai accettato, per lui ero stata un incidente, continuava a dire che non ero sua figlia. Anche se ero la sua fotocopia”.

Poi ha rivelato qualche informazione sull’uomo, senza dire il nome “Quando un padre ti ignora rovina la vita al figlio. Mi ha ignorato a dieci, a venti, a trenta a quaranta, a quarantacinque anni. Mi diceva, ti ho fatto ma non c’entri niente con me. E non stiamo parlando di un poveretto. Ma di una persona famosa nel suo ambiente, di livello, con un gran ruolo, molto benestante”.

Il padre di Sabrina Salerno è morto nel luglio del 2019, proprio quando i due avevano iniziato a frequentarsi “Il 15 marzo del 2019 l’ho chiamato e gli ho detto ti devo parlare. Lui all’inizio ha protestato, poi ci siamo incontrati, abbiamo parlato. Lui mi ha chiesto perdono, ho conosciuto la sua famiglia. Abbiamo iniziato un rapporto da padre e figlia, che è durato solo tre mesi, perché all’improvviso lui a luglio è morto”. Sabrina Salerno non ha mai rivelato la sua identità.

Samuel Peron

Samuele Peron è il maestro di ballo che accompagna Sabrina Salerno nel suo percorso a Ballando con le Stelle. La coppia gareggia insieme per aggiudicarsi il titolo di vincitori.

continua a leggere su Teleclubitalia.it