Tra i cavalli e i cani rinvenuti in un fondo agricolo a Casal di Principe c’era anche uno degli animali simbolo dell’Egitto: il cammello. Stupore tra i militari e il personale dell’Unità Operativa Veterinaria dell’Asl di Caserta e dell’Ufficio Tecnico del Comune che, al termine delle ispezioni, hanno denunciato a piede libero un 43enne del posto per maltrattamento di animali, ricettazione e abuso edilizio.

Casal di Principe, trovato un cammello in un fondo agricolo

Complessivamente sono stati trovati 12 cani e 7 cavalli, quest’ultimi alloggiati in stalli di cemento realizzati appositamente e che da successivi accertamenti sono risultati essere abusivi, insieme ad altre opere presenti sullo stesso terreno. Nel corso del controllo sono state inoltre trovate due coppie di targhe di automobili che, dalle verifiche ai database, sono risultate essere oggetto di furto.

Gli animali sono stati sottoposti a sequestro ed affidati in custodia giudiziale all’Ente Foresta Demaniale Regionale Cerreta Cognole (Salerno), convenzionato Asl Campania. Ulteriori indagini sono in corso per risalire alla provenienza del cammello e capire come sia arrivato a Casal di Principe: l’animale è infatti protetto dalla Convenzione di Washington (Cites), che tutela flora e fauna a rischio estinzione regolamentando il loro commercio internazionale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it