Tragedia sul lavoro questa mattina nel salernitano: la vittima è un operaio di 57 anni, deceduto in un’abitazione di Bellizzi, in provincia di Salerno. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto, l’uomo stava ispezionando la canna fumaria di una stufa a pellet all’interno di un appartamento sito in via Olmo quando ha perso l’equilibrio, è caduto nel vuoto e ha battuto la testa.

Tragedia sul lavoro: muore un operaio 57enne

Dramma all’interno di un’abitazione a Bellizzi, nel salernitano: questa mattina, un 57enne è morto mentre svolgeva il proprio lavoro. Da una prima ricostruzione, la vittima stava ispezionando la canna fumaria di una stufa a pellet in un appartamento di via Olmo quando, per circostanze ancora da chiarire, ha perso l’equilibrio, è caduto nel vuoto e ha battuto la testa.

Purtroppo, non c’è stato nulla da fare per tentare di salvargli la vita: l’impatto è stato fatale. Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri della compagnia di Battipaglia e da parte del servizio di prevenzione ed infortuni dell’Asl di Salerno: il magistrato ha disposto il sequestro della salma che, nelle prossime ore, sarà sottoposta ad autopsia.

Altri decessi sul luogo di lavoro

Ennesimo decesso avvenuto sul luogo di lavoro. Tanti, infatti, sono gli incidenti che ogni anno si verificano in questo contesto: lo scorso ottobre, un 54enne di Vercelli e un 48enne di Pieve del Grappa, in provincia di Treviso, hanno perso la vita mentre lavoravano. Il primo aveva battuto la testa dopo essere caduto da un’impalcatura dall’altezza di tre metri, il secondo è deceduto all’interno di un cantiere, travolto da un pesante pannello in metallo, che gli ha causato lo schiacciamento del cranio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it