benevento litigio con i genitori sparo alla testa

Sabato sera dai risvolti tragici in Campania. In un centro della Valle Telesina un 19enne si è sparato un colpo d’arma da fuoco alla testa dopo aver litigato con i genitori. Adesso è in prognosi riservata all’ospedale Rummo di Benevento e lotta per la vita.

Benevento, si spara un colpo alla testa dopo aver litigato con i genitori

A riportare la notizia è il portale sannita Ottopagine.it. Secondo quanto ricostruito, il giovane sarebbe rientrato tardi a casa dopo una serata con gli amici. Il rientro a tarda ora avrebbe innescato un litigio con i genitori. Dopo la discussione, il ragazzo avrebbe impugnato l’arma regolarmente detenuta dal padre e avrebbe puntato la canna della pistola alla testa, per poi esplodere un colpo alla tempia.

Immediatamente soccorso dai familiari, è stato trasportato prima con un’ambulanza del 118, e poi con una dell’Unità rianimativa della Croce rossa, al Rummo di Benevento. Assistito dal personale medico, è scattato il ricovero. Dopo una prima diagnosi, le sue condizioni sono state definite molto gravi. La famiglia vive ore di grandissima apprensione. La speranza è che il 19enne riesca a sopravvivere al drammatico gesto che l’ha condotto in fin di vita. Sul caso indagano le forze dell’ordine, a cui toccherà ricostruire le eventuali responsabilità di un sabato finito in tragedia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it